Le vendite di smartphone in Cina nel Q3 diminuiscono del 5%, ma Huawei aumenta la sua quota

Sembra che il gigante tecnologico asiatico, la Cina, stia assistendo a un lieve calo del 5% nelle vendite di smartphone nel terzo trimestre rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Questa notizia arriva da un rapporto rilasciato da Canalys, un’azienda di ricerca di mercato.

Canalys ha riferito che nel terzo trimestre le spedizioni di smartphone sono diminuite rispetto all’anno precedente a 66,7 milioni di unità.
Considerando il panorama economico in rallentamento dovuto a vari fattori tra cui la pandemia in corso, il calo non è affatto sorprendente: i consumatori stanno diventando sempre più attenti al costo e tendono a ritardare l’upgrade del telefono.

Ma attenzione, le vendite di tutte le principali cinque marche di smartphone in Cina sono scese o sono rimaste invariate rispetto all’anno scorso. Vivo ha registrato la diminuzione più forte del 26%, seguita da Oppo con un calo del 10%, Apple con un calo del 6%, Honor con una diminuzione dell’1% e Xiaomi che è rimasta invariata rispetto all’anno precedente.

Ma non è tutto grigio! Honor, il marchio di smartphone di Huawei, che il gigante della tecnologia cinese ha ceduto nel 2020, ha conquistato il primo posto in Cina con spedizioni di 11,8 milioni di unità e una quota di mercato del 18%. Oppo e Apple si sono piazzati al secondo posto, entrambi con una quota del 16%. Il successo di Apple deve molto al lancio della sua serie Apple iphone 15 in Cina il 22 settembre, come sottolineato da Canalys.

Ma il vero protagonista è Huawei. Nonostante fosse il sesto marchio di smartphone più grande in Cina durante il trimestre, Canalys ha notato che la sua quota di mercato è aumentata fino a raggiungere livelli paragonabili a quelli dei principali produttori in Cina grazie alla forte domanda per i suoi nuovi prodotti Mate 60.

Eh sì, Huawei ha effettuato un lancio a sorpresa del suo telefono Mate 60 Pro, che molti analisti hanno affermato che fa uso di un chip prodotto internamente, segnando una svolta di fronte a anni di sanzioni tecnologiche degli Stati Uniti contro l’azienda.

Se i nuovi chip Kirin di Huawei verranno estesi alle linee di prodotti di fascia media e bassa in futuro, avranno il potenziale per sconvolgere ulteriormente la competizione tra i principali brand nel mercato. Questo è ciò che Canalys analista Lucas Zhong ha sostenuto.

Huawei ha venduto un numero stimato di 1,6 milioni di unità della sua serie di telefoni Mate 60 nelle sei settimane dal lancio.

Al contrario, le vendite del nuovo Apple iphone 15 hanno sottoperformato rispetto alle primary vendite del Iphone 14.

La guerra dei telefoni cellulari in Cina sta quindi raggiungendo un livello molto entusiasmante, e ovviamente non vediamo l’ora di vedere cosa accadrà nei prossimi mesi. Restate sintonizzati, perché sicuramente avremo molte altre novità su cui discutere.

Ciao a tutti e alla prossima recensione, seguici anche su https://www.ilbloggatore.com!

5 thoughts on “Le vendite di smartphone in Cina nel Q3 diminuiscono del 5%, ma Huawei aumenta la sua quota

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *